Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi. Continuano i bombardamenti russi su Kharkiv e Severodonetsk. Missili di Mosca respinti a Odessa.

Nell’ormai consueto discorso notturno in video, il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha annunciato che si aspetta che la Russia intensifichi gli attacchi contro l’Ucraina mentre l’Ucraina attende la decisione dell’Unione europea di concederle lo status di paese candidato. “Ovviamente, questa settimana dovremmo aspettarci dalla Russia un’intensificazione delle sue attività ostili, per dare un esempio. E non solo contro l’Ucraina, ma anche contro altri Paesi europei. Noi ci stiamo preparando. Siamo pronti”. Intanto il New York Times rivela come nella sua “operazione speciale” in Ucraina, la Russia abbia utilizzato almeno 210 munizioni appartenenti a tipologie ampiamente messe al bando in base a vari trattati internazionali. Sul campo continuano i combattimenti e i bombardamenti russi nelle regioni di Kharkiv e Severodonetsk. L’esercito ucraino respinge due missili russi su Odessa. In Lussemburgo i ministri Ue si incontrano in consiglio affari esteri. 

Guerra Ucraina – Russia, oltre la diretta: cosa c’è da sapere oggi

11:16 Ucraina, Khlan: “Russi respinti a Kherson dietro la linea della difesa”

“Nella regione di Kherson l’esercito ucraino ha costretto i russi a ritirarsi dietro la prima linea di difesa e ora stanno rafforzando le proprie difese sulla seconda e terza linee di difesa. Inoltre, le forze armate ucraine hanno colpito i magazzini dei russi nelle retrovie”. Lo comunica Serhii Khlan, consigliere dell’amministrazione militare.

10:58 Ucraina, Kiev: “liberare i combattenti Azovstal è obiettivo principale”

Gli sforzi dell’Ucraina per il rilascio dei combattenti catturati nell’acciaieria Azovstal di Mariupol sono l’obiettivo principale e non si fermano neppure un’ora: lo ha dichiarato il capo dell’ufficio presidenziale Andriy Yermak, citato da Ukrinform. “È una questione difficile, e ci stiamo lavorando. Questo è il compito principale oggi, anche per l’intelligence militare (Gur). Sappiamo che sono vivi. Per quanto riguarda le condizioni, anche questo aspetto viene monitorato. Non possiamo dire esattamente in quali condizioni siano detenuti. Ma sappiamo con certezza che sono vivi. Il Gur li sta monitorando costantemente, c’è un contatto con alcuni di loro e il processo di rilascio non si ferma un’ora”, ha detto Yermak.

10:45 Ucraina, 9 feriti “in una serie di attacchi” nella regione di Kharkiv

Proseguono gli attacchi russi su Kharkiv e nei dintorni della città: da ieri sera si contano almeno 9 civili feriti. Lo rende noto il governatore regionale Oleg Sinegubov, secondo cui due persone sono rimaste ferite a Balaklia, altre tre, compresi bambini di 13 e 14 anni, nel villaggio di Ivanivka. A Chuguev, una persona è rimasta ferita in un bombardamento. Un’altra vittima si registra a Shevchenkiv. Un bambino di 13 anni è rimasto ferito a Pervomaiskyi. A Tsyrkuny, un uomo del posto di 74 anni è saltato in aria a causa di una mina russa e ed è ora ricoverato in ospedale.

10:41 Ucraina, Baerbock: “Non riusciremo a portare fuori tutto il grano, ma anche una parte aiuta”

”Non riusciremo certo a portare fuori tutto il grano” dall’Ucraina, ma ”anche una parte sarà d’aiuto nella sfida globale che stiamo affrontando”. Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock a Lussemburgo. La Germania si è detta pronta a sostenere la Polonia e la Romania nell’adattare le loro ferrovie per consentire l’esportazione di milioni di tonnellate di grano ferme in Ucraina a causa di un blocco marittimo russo.

09:56 Ucraina, intelligence Gb: “Aeronautica russa poco efficiente”

L’aviazione russa ha mostrato scarsi risultati dall’inizio della guerra in Ucraina. Lo ha scritto su Twitter il ministero della Difesa britannico, citando dati di intelligence. “A tutt’oggi – riferisce – l’aviazione russa ha mostrato scarsi risultati. L’incapacità di fornire costantemente la superiorità aerea è uno dei fattori più importanti. Per questo la campagna russa ha progressi molto limitati”.

09:49 Nato, Berlino: “Ottimisti su ingresso Svezia Finlandia”

Il governo tedesco è “ottimista” e “guarda con fiducia” al vertice Nato di Madrid sulla questione dell’accoglienza nella Nato di Svezia e Finlandia. Lo ha detto una fonte di governo a Berlino, in un briefing in vista dei vertici della prossima settimana. La fonte ha però anche messo in guardia da aspettative troppo forti sul fatto che la decisione sia annunciata a Madrid, sottolineando “la portata storica” di una decisione del genere.

09:29 Ucraina, Kiev: “Perso il controllo di Merolkine, vicino a Severodonetsk”

 Le truppe ucraine hanno perso il controllo del villaggio di Metolkine vicino a Severodonetsk. Lo ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale di Luhansk, Serhiy Haidai, scrivendo su Telegram che i russi hanno “intensificato gli attacchi con l’artiglieria e gli aerei. Inoltre sono in azione nella zona industriale di Severodonetsk e nella periferia della città. Lo stesso vale nei distretti di Toshkivka e Ustynivka. I combattimenti sono in corso in molti villaggi intorno a Severodonetsk e Lysychansk. Ieri il nemico ha lanciato decine di unità di comattimento nell’area. Sfortunatamente, ora non controlliamo Metolkine”.

09:25 Ucraina, bombardata Lysychansk,combattimenti a Severodonetsk

Attacchi aerei russi hanno causato danni significativi agli edifici residenziali di Hirske e Vrubivka, diversi edifici amministrativi sono stati bombardati a Lysychansk e continuano i combattimenti a Severodonetsk: riferisce il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk Sergiy Gaidai su telegram. “Gli invasori bombardano regolarmente i ponti non più utilizzabili, eliminando le infrastrutture rimaste. I villaggi di Pavlohrad e Synetskyi sono stati nuovamente colpiti. A Severodonetsk, il sito dello stabilimento di Skloplastyk è stato bombardato”, si legge inoltre nel rapporto mattutino dell’esercito ucraino.

Cittadini osservano i danni dei bombardamenti russi a Lysychansk, città gemella di Severodonetsk

Cittadini osservano i danni dei bombardamenti russi a Lysychansk, città gemella di Severodonetsk

Cittadini osservano i danni dei bombardamenti russi a Lysychansk, città gemella di Severodonetsk 

09:16 Borrell: “Sono certo che l’Onu troverà accordo per sblocccare il grano”

“Le conseguenze della guerra stanno diventando pericolose non solo per l’Ucraina ma per il mondo: c’è il rischio di una grande carestia, specialmente in Africa. Noi sosteniamo lo sforzo dell’Onu e voglio ricordare che non sono le sanzioni europee che stanno creando questo problema, non ci sono ostacoli a comprare fertilizzanti o grano russo. Chiediamo alla Russia di sbloccare i porti”. Lo ha detto l’alto rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell, arrivando al consiglio affari esteri in Lussemburgo. “Sono certo che alla fine l’Onu troverà un accordo. Non si può immaginare che milioni di tonnellate di grano restino bloccate, e le persone muoiono di fame, altrimenti la Russia sarà ritenuta responsabile, non può usare la fame come arma”. 

09:14 Ucraina, bombardamenti russi continuano su Kharkiv, feriti tre bambini

I bombardamenti russi hanno ferito tre bambini nell’oblast di Kharkiv. Lo ha reso noto il capo della polizia, Volodymyr Tymoshko, che ha affermato che le forze russe hanno attaccato le comunità in tutta la regione durante la notte, distruggendo le infrastrutture civili e ferendo tre bambini a Ivanivka.

08:44 Ucraina, Kiev: “Contraerea abbatte missili russi su Odessa”

Nella regione di Odessa, le forze di difesa aerea ucraine hanno abbattuto missili russi”. Lo ha dichiarato su Telegram il portavoce dell’amministrazione militare regionale di Odessa Sergei Bratchuk. I “missili nemici”, ha scritto, sono passati “di nuovo su Odessa e sulla regione”. Secondo il comando operativo ‘Sud’, la Russia ha aumentato il proprio contingente navale nel Mar Nero, fino a 36 unità missilistiche.

08:23 Ucraina, Stato maggiore della difesa: “I russi schierano divisione missilistica antiaerea nel Bryansk”

 “Il nemico ha schierato la divisione missilistica antiaerea S-300V4 nella regione di Bryansk”. Lo ha scritto su Facebook lo Stato maggiore delle forze armate dell’Ucraina, nel comunicato quotidiano sull’andamento delle operazioni belliche contro la Russia. “In direzione nord – si legge nella nota – il nemico continua a tenere fino a tre gruppi tattici di battaglione della 1a armata Panzer del distretto militare occidentale e unità aviotrasportate per coprire il confine russo-ucraino nelle regioni di Bryansk e Kursk. Invece, la situazione nelle aree di Volyn e Polissya non è cambiata in modo significativo, mentre i russi hanno effettuato bombardamenti di artiglieria nell’area dell’insediamento di Seredina-Buda nella regione di Sumy.

08:13 Ucraina, colpita nella notte la città natale di Zelensky

Colpito nella notte dall’artiglieria russa il distretto di Kryvyi Rih, città natale del presidente Volodymyr Zelensky nella regione di Dnipropetrovsk, in Ucraina orientale. Lo ha reso noto Valentyn Reznichenko, capo dell’amministrazione militare regionale, riportato da Ukrinform. Nel distretto di Novomoskovsk della regione, i soccorritori continuano per il secondo giorno consecutivo a cercare di spegnere un incendio causato da un attacco missilistico contro un deposito di carburante in cui sono rimaste ferite tre persone.

08:09 Nobel Muratov mette all’asta premio per bambini Ucraina

Il giornalista russo Dmitry Muratov metterà all’asta oggi la sua medaglia del Premio Nobel per la pace, il ricavato andrà direttamente all’Unicef per aiutare i bambini sfollati a causa della guerra in Ucraina, riporta il Guardian. Muratov, insignito della medaglia d’oro nell’ottobre 2021, ha contribuito a fondare il quotidiano russo indipendente Novaya Gazeta. Era il caporedattore della pubblicazione quando è stata chiusa a marzo a causa della repressione del Cremlino nei confronti dei giornalisti e del dissenso pubblico. L’anno scorso Muratov ha condiviso il Premio Nobel per la Pace con la giornalista delle Filippine Maria Ressa. Il suo premio in contanti è di 500.000 dollari. 

7.53 Germania, sul gas è braccio di ferro con Putin

Il fatto è che si tratta di una sorta di braccio di ferro, con Vladimir Putin che ha il braccio più lungo. Ma questo non significa che non si possa avere il braccio più forte esercitando la forza”, ha dichiarato il ministro tedesco dell’Economia e del Clima Robert Habeck a Zdf heute journal riferendosi all’emergenza gas. “La situazione tesa e i prezzi elevati sono una diretta conseguenza della guerra di Putin contro l’Ucraina. Non c’è errore. La strategia di Putin serve per turbarci, aumentare i prezzi e dividerci. Non lo permetteremo. Ci difendiamo in modo risoluto, preciso e ponderato”, ha aggiunto.

7.25 Ucraina: due civili uccisi da missili russi nel Donetsk

Due civili uccisi e 12 feriti durante un attacco missilistico dell’esercito russo nella regione di Donetsk. Lo ha annunciato il capo dell’amministrazione militare regionale Pavlo Kyrylenko, citato da Unian. Kyrylenko ha aggiunto che le truppe di Mosca nel distretto stanno cercando di stabilire il pieno controllo sul villaggio di Bogorodichne e creare le condizioni per lo sviluppo dell’offensiva su Slovyansk.

00.35 Ucraina: l’Australia invia i primi 4 mezzi corazzati

L’Australia ha fornito all’Ucraina i primi quattro mezzi corazzati M113AS4. Secondo Ukrinform hanno lasciato la base Raaf di Amberley in Australia e, stando al ministero della Difesa di Camberra, sono stati caricati su un aereo ucraino Antonov AN-124. Il pacchetto di assistenza militare del governo australiano consiste in un sostegno per un valore di oltre 285 milioni di dollari australiani, inclusi armi, munizioni, sistemi aerei senza pilota e una gamma di equipaggiamento personale.

00.30 Tennis: giocatrice russa cambia nazionalità per giocare Wimbledon

Cambia nazionalità, da russa a georgiana, per poter aggirare il divieto di giocare a Wimbledon. Secondo un articolo del quotidiano The Times, si tratta di Natela Dzalamidze, una giocatrice di doppio di 29 anni classificata n. 44 al mondo, che gareggerà nel doppio femminile con la serba Aleksandra Krunic nel torneo londinese che inizierà il 27 giugno. Gli organizzatori di Wimbledon hanno annunciato ad aprile che ai tennisti russi e bielorussi sarebbe stato impedito di competere quest’anno a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina. Un portavoce dell’All England Club ha detto al Times che c’è la possibilità di azione da parte loro in caso cambio di nazionalità come per la Dzalamidze che ha soddisfatto i requisiti di ammissione . “La nazionalità dei giocatori, definita come la bandiera sotto la quale giocano negli eventi professionistici, è un processo concordato che è regolato dai tour e dall’ITF”, ha affermato il portavoce. Il bando deciso da  Wimbledon ha escluso una serie di top player, tra cui Daniil Medvedev, il numero uno del mondo maschile e campione in carica degli US Open, così come la due volte vincitrice del major Victoria Azarenka.


Fonte: Ucraina - Russia, le news dalla guerra oggi. Continuano i bombardamenti russi su Kharkiv e Severodonetsk. Missili di Mosca respinti a Odessa.

You May Also Like