Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi. Mosca: “Risposta a Lituania su Kaliningrad non sarà solo diplomatica”. Zelensky: “Al più presto settimo pacchetto di sanzioni Ue”

La crisi di Kaliningrad e il rischio di un’escalation a seguito del blocco del transito di merci da e per l’enclave russa in Lituania resta al centro delle schermaglie diplomatiche tra Russia e Occidente. “La Lituania è un membro della Nato e gli Usa sono al suo fianco. Il nostro sostegno è blindato” ha garantito il portavoce del dipartimento di Stato americano, Ned Price, che ha ricordato quanto sia “ferreo” il principio contenuto nell’articolo 5 del trattato su cui si fonda l’Alleanza Atlantica: “Un attacco a un membro costituirebbe un attacco a tutti”. Da parte sua, il presidente americano Joe Biden ha detto di “non temere fratture” nell’alleanza occidentale “ma – ha aggiunto – penso che a un certo punto diventerà un gioco di attesa” tra “quello che i russi possono sostenere e quello che l’Europa sarà preparata a sostenere. E’ ciò di cui parleremo in Spagna”, riferimento al vertice Nato di fine mese a Madrid. Non solo Lituania: l’Estonia ha convocato l’ambasciatore di Mosca per protestare contro la violazione del suo spazio aereo da parte di un elicottero russo lo scorso 18 giugno. Nel suo videomessaggio notturno, il presidente ucraino Zelensky spiunge sul “settimo pacchetto di sanzioni Ue: è necessario il prima possibile. La Russia deve sentire un costante aumento della pressione per la guerra”. L’amministrazione militare di Kharkiv ha reso noto che 15 persone sono state uccise e 16 ferite nella regione. In un post su Telegram, Oleh Syniehubov ha affermato che sei vittime sono state registrate a Chuhuiv, cinque a Kharkiv, tre a Zolovhiv e una a Derhachi, dove è morta una bambina di otto anni.

Guerra Ucraina – Russia: diretta no stop

11:34

Colloqui Turchia-Russia a Mosca su export grano

Colloqui tra le delegazioni dei ministeri della Difesa di Russia e Turchia si sono svolti oggi a Mosca. Lo ha annunciato il ministero della Difesa russo, come riporta Ria Novosti.
I due Paesi stanno trattando le misure per sbloccare l’export di grano dai porti ucraini. Nei colloqui di oggi le delegazioni hanno discusso della navigazione sicura delle navi mercantili turche e delle esportazioni agroalimentari dal Paese in guerra. Le delegazioni, riferisce la nota di Mosca, hanno sottolineato l’importanza dell’interazione nel formato bilaterale, che ha permesso di garantire la partenza dal porto di Mariupol dell’imbarcazione turca Azov Concord, prima nave straniera a lasciare il porto della città dell’Ucraina meridionale conquistata dai russi

11:04

A Mosca è ufficiale il nuovo indirizzo dell’ambasciata americana: “Piazza della Repubblica popolare di Donetsk”

È ufficialmente “piazza della Repubblica popolare di Donetsk” l’area di fronte all’ambasciata americana a Mosca. L’agenzia Tass riferisce di un’ordinanza firmata dal sindaco della capitale russa, Sergey Sobyanin, e di quello che per i russi è un cambio di indirizzo per la rappresentanza diplomatica, ormai in “piazza della Repubblica popolare di Donetsk, 1” e non più su “via Bolshoy Devyatinsky, 8”. “I moscoviti hanno scelto un nome per una piazza nel quartiere di Presnensky. Il numero maggiore di voti, il 44,96 per cento, è andato a ‘piazza della Repubblica popolare di Donetsk'”, aveva annunciato a inizio mese il Comune dopo un sondaggio online, a cui avevano partecipato poco più di 278mila persone su 12 milioni di moscoviti. L’area, che finora non aveva un nome, si trova all’incrocio fra le vie Konyushkovksya e Bolshoi Devyatinsky.

10:43

Zakharova: “La risposta alla Lituania su Kaliningrad non sarà solo diplomatica”

La risposta della Russia al divieto di transito delle merci nella regione di Kaliningrad attraverso la Lituania “risiederà nel campo pratico e non in quello diplomatico”. Lo ha affermato il ministero degli Esteri di Mosca. Lo riporta Ria Novosti. La portavoce Maria Zakharova ha affermato che la Lituania, avendo preso una tale decisione, “sta agendo in modo aggressivo ed è andata oltre le linee ostili”

10:26

Mosca: pronti a facilitare esportazioni grano

La Russia è “pronta a fornire assistenza” alle esportazioni di grano dall’Ucraina da parte di navi straniere. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri, Maria Zakharova. Lo riporta Ria Novosti.

10:20

Kiev: 34.230 soldati russi uccisi dall’inizio della guerra

Sono circa 34.230 i soldati russi uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione, secondo l’esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l’esercito ucraino indica che si registrano anche 216 caccia, 182 elicotteri e 614 droni abbattuti. Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.496 carri armati russi, 752 pezzi di artiglieria, 3.614 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 137 missili da crociera e 14 navi.

10:01

Mosca: incendio in raffineria Rostov causato da drone Kiev

L’incendio nella raffineria di petrolio di Novoshakhtinsk nella regione di Rostov è stata causata dalla caduta di un drone ucraino. Lo ha riferito alla Tass una fonte delle autorità locali. “Prima dell’incendio, i dipendenti dell’impianto hanno notato un drone ucraino. Si è schiantato contro le strutture dell’impianto, dopo di che si sono verificati un’esplosione e un incendio”, ha detto l’interlocutore dell’agenzia.

09:45

Governatore Luhansk: ancora 568 persone in stabilimento Azot a Severodonetsk

Nello stabilimento Azot di Severodonetsk sono rifugiate ancora 568 persone, di cui 38 bambini. Lo ha reso noto il governatore della regione di Luhansk, Serhiy Gaidai. Lo riporta Ukrainska Pravda. “Ora è molto pericoloso evacuarle, quindi è più sicuro per loro stare nei rifugi”, ha spiegato.

08:40

Intelligence Regno Unito: forze filorusse Donetsk hanno perso il 55% dell’organico

Le forze filorusse dell’autoproclamata Repubblica di Donetsk hanno perso “circa il 55% del loro organico”. Lo rende noto l’intelligence britannica nel suo report giornaliero sull’andamento del conflitto. “C’è un’alta probabilità che siano equipaggiate con armi e attrezzature obsolete”, spiegano gli 007 di Londra

08:15

Amministrazione Luhansk: “I russi si avvicinano a Lysychansk”

Le truppe russe si stanno avvicinando a Lysychansk e bombardano la città con gli aerei. Lo ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale di Luhansk Sergei Gaidai. “I combattimenti di strada continuano a Severodonetsk – ha dichiarato su Telegram -Il nemico ha aperto di nuovo il fuoco sui villaggi di Synetsky e Pavlograd, sui ponti già distrutti e due volte sullo stabilimento Azot, danneggiando l’impianto. I russi stanno cercando di bloccare le unità delle Forze di difesa vicino a Borivsky e Voronov”. In direzione Popasnyansky, secondo Gaidai, i russi si stanno già consolidando a Ustynivka, Pidlisny e Myrna Dolyna e stanno attaccando Bila Gora.

Una raffineria bombardata dai russi fuori Lysychansk

Una raffineria bombardata dai russi fuori Lysychansk

Una raffineria bombardata dai russi fuori Lysychansk (afp)

07:26

Gdf, congelati 1.7 mld beni a 14 cittadini su lista nera Ue

A partire dal 23 febbraio scorso, in conseguenza della crisi russo-ucraina e della conseguente escalation militare, la Guardia di finanza, quale membro del Comitato di sicurezza finanziaria, ha avviato mirati accertamenti economico-patrimoniali sugli individui e sulle entità inserite nella lista dei provvedimenti restrittivi emanati dall’Unione europea. Le verifiche hanno riguardato oltre 1.100 soggetti. Al 31 maggio, sono state eseguite misure di congelamento nei confronti di 14 soggetti, aventi ad oggetto fabbricati, autoveicoli, imbarcazioni, aeromobili, terreni e quote societarie per un valore complessivo di oltre 1,7 miliardi di euro. È quanto si legge del bilancio operativo delle Fiamme Gialle reso noto in occasione del 248esimo anniversario della loro fondazione.

06:40

Droni kamikaze russi su Sumy, 4 feriti

I russi continuano a sparare sulle aree di confine della regione di Sumy, nel nord dell’Ucraina, dove ieri 4 persone sono rimaste ferite a causa degli attacchi dei droni kamikaze russi il 21 giugno. Lo scrive su Facebook Dmytro Zhyvytskyy, capo dell’amministrazione militare regionale. “Sono state registrate in totale 42 esplosioni sul territorio della comunità”, ha aggiunto Zhyvytskyyi. I bombardamenti hanno danneggiato case, fabbricati agricoli, una scuola e un consiglio del villaggio. In una delle località, è stato bombardato e distrutto anche un parco pubblico.

Una casa colpita dai russi nella regione di Sumy

Una casa colpita dai russi nella regione di Sumy

Una casa colpita dai russi nella regione di Sumy (reuters)

03:06

Aeronautica militare ucraina: distrutti mezzi e depositi di munizioni russi

L’Aeronautica militare ucraina ha riferito di aver distrutto due depositi di munizioni russi, due veicoli aerei senza pilota, 10 veicoli blindati e un missile il 21 giugno a Kiev e negli oblast di Donetsk. Lo rende noto Kyiv Independent.

00:09

Kiev, i russi hanno conquistato alcuni villaggi nell’est

L’esercito russo ha ottenuto dei successi nell’est dell’Ucraina. Lo ha reso noto lo stato maggiore di Kiev, secondo quanto riportano i media locali, spiegando che le truppe di invasione hanno conquistato i villaggi di Pidlisne e Myrna Dolyna nel sud-ovest della città di Severodonetsk e hanno ottenuto “successi parziali” vicino all’insediamento di Hirske nell’oblast di Luhansk. All’inizio della giornata Kiev aveva annunciato la resa del villaggio di Toshkivka, sulla linea del fronte orientale.


Fonte: Ucraina - Russia, le news dalla guerra oggi. Mosca: "Risposta a Lituania su Kaliningrad non sarà solo diplomatica". Zelensky: "Al più presto settimo pacchetto di sanzioni Ue"

You May Also Like